Radiografia Digitale
LA RADIOGRAFIA DIGITALE
- Digitalizzazione
- CR: Radiografia Computerizzata
- DDR: Radiografia Diretta
- Risoluzione spaziale
- Rapporto segnale-rumore

ARTICOLI:
- 2019.01.01 Nuovo articolo

VISITA ANCHE:
- PhasedArray.it
LA DIGITALIZZAZIONE

Digitalizzazione Vi sono diverse situazioni in cui si ha la necessità di trasferire delle pellicole radiografiche in formato digitale. Le principali sono:
- il cliente richiede il formato digitale ma non si dispone dell'attrezzatura;
- è necessario spedirne una copia;
- si vuole eliminare l'archivio fisico.

Ovviamente non è possibile, per quanto con le dovute accortezze, svolgere l'attività in modo "artistico" utilizzaando macchine fotografiche digitali o scanner da ufficio.
La normativa Europea (UNI EN 14096-2) specifica di fatto quali sono le caratteristiche che il sistema di digitalizzazione debba avere dividendo quest'ultimo per classi:

Classe DS
Solo le immagini ottenute in classe DS sono considerate alla pari del film originale (secondo la norma "con un'insignificante perdita di rapporto segnale-rumore e di risoluzione") ed è pertanto possibile la "distruzione del film e archiviazione della sola immagine digitale"
I sistemi devono garantire la lettura di densità da 0.5 a 4.5 e almeno 12bit di profondità.
In funzione dell'energia impiegata nell'esposizione della lastra, è necessario che la scansione sia effettuata con le seguenti risoluzioni:
- fino a 100kV i pixel non possono superare i 15micron;
- oltre 100kV e fino a 200kV i pixel non possono superare i 30micron;
- oltre 200kV e fino a 450kV, con Se-75 e Yb-169 i pixel non possono superare i 60micron;
- con Ir-192 i pixel non possono superare i 100micron;
- con oltre 1MeV e Co-60 i pixel non possono superare i 200micron.
Questi sistemi non sono limitati per spessore o classe dei film da acquisire.

Classe DB
Le immagini acquisite in classe DB possono essere valutate a computer. E' tuttavia necessario mantenere l'archiviazione del film.
I sistemi devono garantire la lettura di densità da 0.5 a 4.0 e almeno 10bit di profondità.
In funzione dell'energia impiegata nell'esposizione della lastra, è necessario che la scansione sia effettuata con le seguenti risoluzioni:
- fino a 100kV i pixel non possono superare i 50micron;
- oltre 100kV e fino a 200kV i pixel non possono superare i 70micron;
- oltre 200kV e fino a 450kV, con Se-75 e Yb-169 i pixel non possono superare i 85micron;
- con Ir-192 i pixel non possono superare i 125micron;
- con oltre 1MeV e Co-60 i pixel non possono superare i 250micron.
Questi sistemi sono limitati all'acquisizione di film in classe A per spessori inferiori a 5mm e in classe B per spessori uguali o maggiori.

Classe DA
Le immagini acquisite in classe DA possono essere valutate a computer. E' tuttavia necessario mantenere l'archiviazione del film.
I sistemi devono garantire la lettura di densità da 0.5 a 3.5 e almeno 10bit di profondità.
In funzione dell'energia impiegata nell'esposizione della lastra, è necessario che la scansione sia effettuata con le seguenti risoluzioni:
- fino a 100kV i pixel non possono superare i 70micron;
- oltre 100kV e fino a 200kV i pixel non possono superare i 85micron;
- oltre 200kV e fino a 450kV, con Se-75 e Yb-169 i pixel non possono superare i 100micron;
- con Ir-192 i pixel non possono superare i 125micron;
- con oltre 1MeV e Co-60 i pixel non possono superare i 250micron.
Questi sistemi sono limitati all'acquisizione di film in classe A per spessori spessori uguali o maggiori di 5mm.


NDT Custom S.r.l.           e-Mail: redazionendt@gmail.com           P.IVA - C.F.: IT 09399780965           REA: MI–2087586           Capitale sociale: €10.000