Radiografia Digitale
LA RADIOGRAFIA DIGITALE
- Digitalizzazione
- CR: Radiografia Computerizzata
- DDR: Radiografia Diretta
- Risoluzione spaziale
- Rapporto segnale-rumore

ARTICOLI:
- 2019.01.01 Nuovo articolo

VISITA ANCHE:
- PhasedArray.it
LA RADIOGRAFIA DIGITALE DIRETTA

Radiografia Diretta La DDR (Digital Direct Radiography) è la discendente diretta della videoscopia analogica: i sistemi che una volta erano composti da pannelli fluorescenti alle radiazioni la cui luce veniva catturata da videocamere e trasmessa su un monitor, sono ora realizzati in monoscocche con tecnologia Linear Array o DDA (Digital Detector Array).
Questi sistemi, che consentono la ripresa in tempo reale delle immagini, sono l'ideale per l'impiego in cabine e impianti automatici ma vengono anche impiegati per talune applicazioni on-site.
Il grande vantaggio rispetto alla pellicola ed ai sistemi di tipo CR è nella rapidità d'impiego e nella possibilità d'automazione; di contro non sono flessibili e presentano caratteristiche immodificabili di formato e risoluzione.

Linear Array I linear array
I primi sistemi a largo impiego sono basati su una sola linea di pixel (tranne i nuovi modelli ad integrazione di più linee): la formazione dell'immagine viene ottenuta facendo scorrere il componente tra sorgente e sensore.
I modelli si differenziano per lunghezza, dimensione del pixel e i kV massimi a cui possono essere sottoposti.
Il loro impiego è limitato a impianti automatici simili a quelli impiegati per il controllo babagli aeroportuale.

DDR I DDA
I Digitale Detector Array sfruttano diverse tecnologie per formare una matrice di pixel.
Esistono modelli ultracompatti per ispezioni in spazi ridotti, così come di grandi dimensioni.
Le caratteristiche principali riguardano le dimensioni dell'area sensibile, la dimensione dei pixel e i kV massimi a cui possono essere sottoposti.
Seconde ma non meno importanti sono le dimensioni totali, il peso e la capacità di lavorare a batteria e wireless.

Sistemi CMOS Sistemi su misura
Esistono infine dei sistemi basati sulla tecnologia CMOS che possono essere realizzati con dimensioni personalizzate per ispezioni specifiche o superfici di grandi dimensioni

Tomografia La tomografia
La tomografia consiste nella ricostruzione tridimensionale dell'oggetto radiografato.
Normalmente viene ottenuta tramite l'utilizzo di una tavola rotante in grado di muoversi lungo l'asse verticale su cui viene posto il pezzo mentre sorgente e rilevatore rimangono fermi.
Acquisite le immagini da vari angoli e per tutta l'altezza dell'oggetto, il software le rielabora per ottenerne il 3D.

La suddivisione in classi
Come per i sistemi CR, è necessario verificare la classe del sistema nelle condizioni d'impiego che però sono ridotte al solo campo applicativo e impostazioni di parametri quali il numero d'immagini e il frame rate.
Per comprendere meglio il concetto vi rimando ai capitoli relativi alla risoluzione spaziale e al rapporto segnale-rumore.




NDT Custom S.r.l.           e-Mail: info@ndtcustom.com           P.IVA - C.F.: IT 09399780965           REA: MI–2087586           Capitale sociale: €10.000