Radiografia Digitale
LA RADIOGRAFIA DIGITALE
- Digitalizzazione
- CR: Radiografia Computerizzata
- DDR: Radiografia Diretta
- Risoluzione spaziale
- Rapporto segnale-rumore

ARTICOLI:
- 2019.01.01 Nuovo articolo

VISITA ANCHE:
- PhasedArray.it
IL RAPPORTO SEGNALE-RUMORE

Se possiamo considerare la Risoluzione Spaziale come l'equivalente moderno della Classificazione dei Film, il Rapporto Segnale-Rumore sostituisce la misuranzione della densità ottica
Il termine stesso definisce in maniera chiara di cosa si tratti, ovvero rapporto tra il quantitativo d'informazioni e di disturbo nell'immagine radiografica.
Secondo le normative Europee il valore di riferimento è l'SNRn ovvero il rapporto segnale-rumore "normalizzato" dal software in funzione dell'SRb ottenuto in fase di classificazione della tecnica.

Le richieste per l'impiego
La normativa Europea (ISO 17636-2 Ispezione di saldature con radiografie X o gamma e rilevatori digitali) definisce i requisiti minimi di SNRn in funzione dello spessore in esame.
Più precisamente, la tabelle 3 indica il valore minimo necessario, rispettivamente per la classe A e B, in funzione della sorgente impiegata.
Qui di seguito sono riportati i valori per la classe B:
- impiegando sorgenti X fino a 50kV, sarà necessario un SNRn di almeno 150;
- impiegando sorgenti X oltre 50kV e fino a 150kV, sarà necessario un SNRn di almeno 120;
- impiegando sorgenti X oltre 150kV e fino a 250kV, sarà necessario un SNRn di almeno 100;
- impiegando sorgenti X oltre 250kV e fino a 1MeV, Ir-192 o Se-75 su spessori non superiori a 50mm, sarà necessario un SNRn di almeno 100;
- impiegando sorgenti X oltre 250kV e fino a 1MeV, Ir-192 o Se-75 su spessori superiori a 50mm, sarà necessario un SNRn di almeno 70;
- impiegando Yb-169 su spessori non superiori a 5mm, sarà necessario un SNRn di almeno 120;
- impiegando Yb-169 su spessori superiori a 5mm, sarà necessario un SNRn di almeno 100;
- impiegando sorgenti X oltre 1MeV o Co-60 su spessori non superiori a 100mm, sarà necessario un SNRn di almeno 100;
- impiegando sorgenti X oltre 1MeV o Co-60 su spessori superiori a 100mm, sarà necessario un SNRn di almeno 70;

La misurazione
La misurazione viene effettuata in automatico dal software ma si può scegliere l'area di misura purchè questa non sia inferiore a 1100pxl.
La misura va effettuata in una zona omogenea della saldatura o della zona termicamente alterata (in quest'ultimo caso, salvo che la saldatura non presenti un cordone, è necessario considerare il requisito di norma moltiplicato per 1.4).
La normativa prevende, in caso di spessori non omogenei, di non effettuare la misurazione sulla radiografia di produzione ma su un blocco a gradini al fine di determinare il range di grigi entro cui la condizione è rispettata e accettare l'immagine di produzione qualora in quel range.

Dimensioni del laser Miglioramento del SNRn
Per ottenere un buon rapporto SNRn è necessario il corretto filtraggio del sensore, un'idonea dose di radiazioni.
Oltre a questo, ci sono degli accorgimenti specifici per la tecnica CR e altri per la DDR.
Nel caso del CR, l'utilizzo di una "granulometria" adatta all'ispezione:
- spessori fini richiederanno plate a grana fine e un laser di piccola dimensione per ottenere un SRb piccolo e non daranno problemi nell'ottenimento del SNRn richiesto dalla norma in quanto ci sarà poco rumore dovuto alla tecnica;
- spessori elevati richiederanno invece plate a grana via via maggiore e un laser di dimensioni maggiori; l'SRb sarà meno spinto (come da richieste della norma) ma si riuscirà a compensare il rumore dovuto alla tecnica.
Nel caso del DDR, il rapporto segnale-rumore può essere migliorato aumentando la durata del singolo frame e il numero di frame totale.


NDT Custom S.r.l.           e-Mail: redazionendt@gmail.com           P.IVA - C.F.: IT 09399780965           REA: MI–2087586           Capitale sociale: €10.000